Eventi


15 Maggio La Nakba

pubblicato 4 mag 2021, 02:52 da Silvana Lombardi   [ aggiornato in data 4 mag 2021, 03:16 ]

Inserito nel ciclo delle crisi dimenticate, questo incontro vuole impedire che la tragedia dei Palestinesi cacciati progressivamente dalle loro case diventi un argomento tabù.Esiste una congiura del silenzio? Cosa sta accadendo a Gerusalemme Est, dopo il riconoscimento di Trump di Gerusalemme come capitale di Israele? Parliamone.


Giovedì 22 aprile 2021 - R.D. Congo

pubblicato 16 apr 2021, 08:53 da Silvana Lombardi   [ aggiornato in data 17 apr 2021, 09:10 ]

Proseguendo nel programma di dirette dedicate alle crisi inrisolte dei paesi che stentano ad uscire dalla situazione di sottosviluppo. 4 Passi di Pace ci consente di ascoltare dai diretti interessati quale è la situazione in Congo, a pochi giorni dall'uccisione dell'ambasciatore italiano Luca Attanasio, nostro concittadino.

15 aprile 2021 - Emergency "Nessuno escluso"

pubblicato 20 mar 2021, 10:10 da Silvana Lombardi   [ aggiornato in data 27 mar 2021, 06:29 ]

  • NESSUNO ESCLUSO. Un database che traccia le “nuove povertà” ,  
    15 aprile 2021
Ancora una volta Emergency mette a disposizione di tutti la sua capacità di abbinare la collaudata tecnica emergenziale alla capacità di innovare. Il Coordinamento 4 passi di Pace organizza per Giovedì 15 aprile. alle ore 18.30 una trasmissione in diretta, durante la quale i protagonisti ci racconteranno i particolari di questa nuova avventura. La presidentessa di Emergency, Rossella Miccio, interverrà per recare ai partecipanti il saluto di Gino Strada.

La trasmissione sarà l'occasione per lanciare una sottoscrizione a favore del progetto.

Per individuare i beneficiari nelle città dove il progetto
 NESSUNO ESCLUSO è attivo - Milano, Roma, Napoli, Piacenza e Catanzaro - EMERGENCY si è affidata ad un sistema di micro-territorialità, raccogliendo le segnalazioni delle persone in stato di bisogno tramite una fitta rete di associazioni e realtà del territorio che in questa nuova fase hanno rappresentato un’importante antenna e punto di riferimento nei quartieri più marginali.  Un vero e proprio database che ci racconta come la pandemia si sia innestata su una situazione sociale già caratterizzata da forti disuguaglianze con il rischio di accentuarle ancora di più.  

 

24 marzo 2021 - Birmania

pubblicato 20 mar 2021, 10:08 da Silvana Lombardi   [ aggiornato in data 21 mar 2021, 09:46 ]


 Almeno altri 12 manifestanti sono morti in Birmania in seguito alle continue proteste anti golpe in corso nel Paese: lo rende noto l'Associazione per l'assistenza ai prigionieri politici (Aapp).
    Secondo l'organizzazione non profit per la difesa dei diritti umani basata in Thailandia, sei persone sono state uccise ieri dalle forze di sicurezza tra Yangon, Bago e la regione di Magway, mentre le altre sei erano morte nei giorni scorsi e sono state aggiunte al conteggio.

Fino a ieri, ha inoltre reso noto la ong, erano state arrestate 2.345 persone.
    Proseguono intanto le proteste: la notte scorsa i manifestanti, tra cui molti medici in camice bianco, hanno marciato a Mandalay contro la repressione omicida della giunta militare. (ANSA).

12 marzo 2021 - Il treno dei bambini

pubblicato 20 mar 2021, 10:07 da Silvana Lombardi   [ aggiornato in data 21 mar 2021, 09:43 ]


Amerigo Speranza è l'io narrante di una storia straordinaria, dura, di un romanzo che racconta la vicenda poco conosciuta di migliaia di bambini meridionali che nel secondo dopoguerra, grazie al Partito Comunista, vennero strappati alla miseria e affidati a famiglie del Nord e del Centro.

Amerigo è povero, vive a Napoli con la madre Antonietta, figlio unico senza un padre, forse sparito in America, «a faticare». La madre decide di offrirgli l'opportunità di una vita migliore, non vuole più mandarlo a raccogliere le «pezze»; per lui desidera scuola, cibo, salute.

Il bambino parte per il Nord spaventato dalle dicerie sulle cattiverie e sulla crudeltà dei comunisti; sale sul treno per recarsi in un altrove sconosciuto dove troverà, gli hanno garantito, una famiglia affettuosa e una casa accogliente. Il romanzo di Viola Ardone «ha il pregio, davvero consolante, di raccontare la storia di un bambino in affido senza occultarne alcun aspetto. E anzi rispettando la straziante “doppiezza” della vita di Amerigo, la perdita della mamma e la sconfitta della fame, le radici recise e la nuova serenità, l’insicurezza indegna e la protezione “artificiale” imposta dall’altro e al tempo stesso provvidenziale» (Michele Serra, «la Repubblica»).

20 febbraio 2021 - Bosnia

pubblicato 20 mar 2021, 10:06 da Silvana Lombardi   [ aggiornato in data 21 mar 2021, 09:38 ]


I prigionieri di Lipa avanzano nella bufera un palmo alla volta. L’ultimo della fila ci metterà due ore prima di ricevere un panino e un barattolo di carne in scatola. Nell’accampamento sorvegliato dalle forze speciali bosniache la vita degli ostaggi del “game”, l’insana sfida per raggiungere l’Europa, è organizzata come in uno stalag, i campi per i nemici catturati in guerra: per tutto il giorno non c’è nulla da fare.

In quaranta dentro a una tenda ad arco vuol dire 3 metri quadri per persona, branda compresa. Non ci si muove. Intorpiditi e ammassati nei letti a castello, migranti e profughi attendono la luce del giorno come una benedizione. Dopo il tramonto l’unica fonte luminosa è la stufetta da campo, che pompa calore attraverso una bocca che si accende di rosso fuoco. Alla lunga, anche a causa del sovraffollamento, l’aria calda diventa irrespirabile. Se il Covid dovesse arrivare nel campo di Lipa, non ci sarebbe modo per starne alla larga. Molti lamentano mal di testa, affanno, male alla schiena e alle gambe.

«Se non puoi camminare devi prendertela con i croati», dice il poliziotto bosniaco al giovane sciancato. È stato respinto 52 volte, ma per qualche tempo se ne starà a Lipa, in fondo alla tenda verde “T6”, dove almeno ha da sognare la primavera e una buona occasione per non farsi acciuffare fino a Francoforte, dove lo aspetta la fidanzata.

13 dicembre 2020 - Renato Franchi

pubblicato 20 mar 2021, 10:05 da Silvana Lombardi   [ aggiornato in data 21 mar 2021, 09:58 ]


Iniziano negli anni '90, principalmente come gruppo di cover. Il primo album, del 2002, Live in Suzzara contiene un solo brano inedito Canzone per Ion dedicata a Ion Cazacu, operaio arso vivo dal suo datore di lavoro, perché reclamava il suo salario.

Nel 2010 pubblicano Distillerie di contrabbando in cui musicano le poesie di Dario Bertini, tratte dall'omonimo libro.[1]

Nel 2012 pubblicano Sogni e Tradimenti album che vede la partecipazione dei Gang, di Claudio Lolli, di Alberto Bertoli in un brano del padre.[2]

Sempre nel 2012 pubblicano Dopo le strade …appunti di viaggio… un disco di tredici canzoni tra cover dei Gang, di Pierangelo Bertoli, di Luigi Tenco e brani originali [3]. Tra gli ospiti i Gang e Michele Gazich.

Nel 2013 pubblicano Filastrocche scritte per strada, in cui musicano delle poesie di Mariangela Giusti, docente dell’Università Bicocca di Milano[4], a parte la title track che è invece di Renato Franchi.

Sempre nel 2013 partecipano a …in anticipo sul vostro stupore, registrato il 26 gennaio 2013 a Como e che ripropone dal vivo tutto l'album di De André Storia di un impiegato.[5]

Nel 2014 esce l'album Le stagioni di Anna Frank nato dall'esperienza del viaggio della memoria ad Auschwitz-Birkenau.[6]

Nel 2016 esce Finestre con 12 brani inediti, sempre con la partecipazione dei Gang in 12 lenzuola bianche e i passi del mattino[7].

Nel 2018 insieme al coro Le voci del Partigiano esce l'album Con un bel nome d'avventura dedicato alla Resistenza.[8] Nel dicembre dello stesso anno esce l'album Oggi mi meritavo il mare (Amori d'autore) dedicata a Robetta Turconi, moglie di Renato Franchi scomparsa nel 2017. Tra gli ospiti i Gang, Fabrizio Poggi, Michele Gazich e il coro Le voci del Partigiano.

30 giugno 2020 - Rosario

pubblicato 20 mar 2021, 10:03 da Silvana Lombardi   [ aggiornato in data 21 mar 2021, 09:39 ]


Rosario Esposito La Rossa è nato a Scampia, Napoli, nel 1988. È scrittore, libraio e attivista per il sociale.
Nei suoi libri tocca sempre tematiche sociali e spesso riguardano Scampia e i suoi giovani abitanti, inoltre alcuni sono stati pubblicati con la licenza Creative Commons e sono scaricabili gratuitamente, il ricavato degli altri invece è devoluto in progetti sociali come nel caso di Libera voce il cui denaro raccolto è stato utilizzato per la ricostruzione di “Cascina Arzilla” bene confiscato alla mafia in Piemonte.
Con Al di là della neve, una raccolta di racconti su Scampia dedicata al cugino Antonio Landieri, vittima innocente di camorra, si è aggiudicato il Premio Fabrizio Romano 2007 e il Premio Giancarlo Siani 2008.
Nel 2019 pubblica Eterni Secondi, 20 storie di sportivi che hanno perso, ma che sono diventati campioni nella vita. Uomini e donne provenienti da tutto il mondo, che hanno gareggiato in diverse discipline e che attraverso le proprie scelte si sono distinti per i diritti civili e per gesti d’eroismo.
Dal 2007 insieme a Maddalena Stornaiuolo, comincia numerosi progetti che coinvolgono gli abitanti di Scampia: l’associazione Vo.di.Sca (acronimo di “Voci di Scampia”) in memoria di suo cugino, la Fabbrica dei Pizzini della Legalità in collaborazione con Coppola Editore e la Biblioteca Popolare per Ragazzi di Scampia, raccogliendo oltre ventimila volumi da tutta l’Italia in solo 18 mesi, poi donati ad ospedali, carceri, biblioteche e spazi giovanili, La Scugnizzeria, una libreria-teatro tra Scampia e Melito di Napoli, dove centinaia di giovani si formano attraverso corsi di recitazione, radio e scrittura.
Attualmente dirige il marchio Made in Scampia, progetto di imprenditoria giovanile che produce a Scampia prodotti enogastronomici e culturali a prezzi popolari. Dal progetto è nato il primo tg del quartiere, Made in Scampia News, dove vengono annunciate solo buone notizie.
Nel 2010 diventa il nuovo proprietario, insieme a Maddalena Stornaiuolo, dello storico marchio editoriale campano Marotta&Cafiero editori che diventa una casa editrice indipendente open source e si espande creando l’etichetta discografica indipendente Marotta&Cafiero Recorder, la libreria Marotta&Cafiero Store gestita da sole donne e il caffè letterario equo e solidale Sottopalco in collaborazione col Teatro Bellini di Napoli.
Per il suo impegno contro il degrado sociale e per la sua creatività è stato nominato nel 2016 dal Presidente della Repubblica Sergio Mattarella Cavaliere dell’Ordine al Merito della Repubblica Italiana.

24 giugno 2020 - Banca etica

pubblicato 20 mar 2021, 10:02 da Silvana Lombardi   [ aggiornato in data 21 mar 2021, 09:40 ]


Banca Etica propone un’esperienza bancaria diversa, offre tutti i principali prodotti e servizi bancari per privati e famiglie o per organizzazioni e imprese.

Abbiamo avviato l'attività nel 1999, la nostra storia parte dal basso, grazie all’impegno di tante persone ed organizzazioni che si sono attivate per costituire un istituto di credito ispirato alla Finanza Etica.

Sviluppiamo l'attività bancaria a partire dai nostri principi fondativi sanciti nell'articolo 5 del nostro statuto: trasparenza, partecipazione, equità, efficienza, sobrietà, attenzione alle conseguenze non economiche delle azioni economiche, credito come diritto umano. Per perseguire le proprie finalità Banca Etica ha elaborato un Manifesto e sviluppato diversi strumenti di "garanzia etica" per assicurare l'effettiva possibilità di un uso responsabile del denaro.

Con il risparmio raccolto finanziamo organizzazioni che operano in quattro settori specifici: cooperazione sociale, cooperazione internazionale, cultura e tutela ambientale. Un dato verificabile e pubblico: Banca Etica è l’unica banca in Italia che mostra sul proprio sito tutti i finanziamenti erogati.

Siamo una banca cooperativa dove la gestione democratica è assicurata dalla libera partecipazione dei soci secondo il principio di “una testa, un voto”. Il nostro profilo istituzionale è espressione della volontà della nostra base sociale.

I numeri di Banca Etica sono il risultato dell'impegno di soci, clienti e collaboratori, che assicurano la presenza in tutta Italia attraverso una rete di Filiali, Banchieri Ambulanti e Gruppi di Iniziativa Territoriale. A loro e a tutti gli stakeholder, rendicontiamo la nostra performance economica, sociale e ambientale attraverso gli strumenti che esprimono la nostra politica per la Responsabilità Sociale d'Impresa.

Insieme a Etica SGRCresud, alla Fondazione Finanza Etica e alla Fundación Finanzas Éticas, Banca Etica si presenta oggi come una rete di servizi finanziari e per la promozione culturale, ambientale ed umana.

Per unirti al nostro progetto trova la tua filiale o banchiere ambulante e mettiti in contatto con noi, oppure apri subito un conto,

31 maggio 2020 - Serata multietnica

pubblicato 20 mar 2021, 10:00 da Silvana Lombardi   [ aggiornato in data 21 mar 2021, 09:54 ]

Roberto Durkovic è nato in Italia ma le sue origini praghesi trapelano dalle sonorità mitteleuropee impresse alla sua musica. Da oltre 12 anni vanta una prolifica collaborazione artistica e interculturale con un gruppo di musicisti tzigani incontrati nei vagoni della metropolitana di Milano. Affascinato dal loro talento ha perseguito e concretizzato con volontà testarda un progetto artistico che coniuga, senza attriti, il ritmo allegro della musica Rom con la sofisticata canzone italiana d’autore, senza trascurare i colori della rumba e del  flamenco oltre alle pennellate di tango argentino che denotano la grande stima di Durkovic per Astor Piazzolla. Il gruppo si è recentemente allargato con i figli dei "fantasisti del metrò" ed artisti italiani che hanno entusiasticamente abbracciato il progetto artistico di Roberto Durkovic e ora comprende, oltre a Durkovic stesso (chitarra, voce), Ion Bosnea (clarinetto), Massimiliano Alloisio (chitarra), Adrian Dumitru (chitarra), Florian Albert Mihai (fisarmonica), Davide Marzagalli (batteria e percussioni), George Bosnea (violoncello), Minel Lupu (contrabbasso), Ugo Begliomini (basso elettrico) ed Emilio Rossi (tastiere).

1-10 of 27