Le notizie‎ > ‎

In attesa della Nakba (15 maggio: il giorno del disastro)

pubblicato 5 mag 2019, 01:54 da quattropassi di pace

Una pace difficile

Le tensioni a Gaza si intensificano in modo ciclico, spiega Giorgio Bernardelli, esperto di Medio Oriente. Quando ci sono situazione di stallo “il pericolo vero è che venga sbloccato da un evento violento”. Intanto è passato oltre un anno dall'inizio la Grande marcia del ritorno: in questi 57 venerdì i palestinesi hanno chiesto di tornare a vivere nei territori che dal 1948 appartengono a Israele. “Pur con tutte le contraddizioni”, continua il giornalista, questa protesta “è l’unico promemoria sul fatto che a Gaza esiste una situazione insostenibile”. La Comunità internazionale, conclude, “deve ricominciare a credere che un processo di pace sia una prospettiva da incoraggiare”.

(Da Vatican News)

Comments